Contact

The Venusians is first of all a charity aiming to help and defend men undergoing abuse by harsh women who either are waging war to them in work, either in the family using them as sperm donors and then using the kids to rip the men off their money. We fight this sort of double prostitution, seeking the true meaning of the sacred feminine. The name of the founder, Alessandra, derives from the greek alexéin, “to defend”, andròs, “men.” Her father chose it, she made of it a standpoint.

You can write to show your support or disagree with our views, but most importantly men who feels abused and bankrupt unfairly by a woman can ask the support of our lawyers and psychologists. Testimonies of abuses are helpful and will be published anonymously or not, according to the wishes of the victims. Women’s testimonies about form of abuses by other women are equally important, as gender terrorism aspire to destroy also Femininity. 

We want to raise awareness in the international human right’s field that men are totally discredited for a discrimination that current gender terrorists are promoting towards them while belittling themselves.


The Venusians è un’organizzazione di beneficienza che si occupa di aiutare gli uomini vittime di abusi da parte delle donne, siano questi in ambito familiare o lavorativo; infatti oltre ad un’auto-discriminazione come le quote rosa, in quanto paragonabili a gradi di invalidità civile, vi sono i notori fenomeni di mobbing da parte dei superiori donna sui propri dipendenti. Le situazioni sono da vedere e possono variare, ma vi sono sempre più vittime di sesso maschile, e soprattutto di figli che vedono i nuclei familiari disintegrarsi e subiscono in seguito il grave crimine di alienazione parentale da parte della madre. Contattateci per ricevere il supporto dei nostri professionisti, non siate timidi! Le consulenze sono gratuite e garantiamo professionalità e anonimato.  

Vi è un corpus giuridico nel campo dei diritti umani che protegge solamente le donne; e sebbene ciò potesse essere necessario un secolo fa, oggi servirebbe un contraltare per gli uomini vittime di questo segmento di diritto che essi stessi hanno creato. 

Uomini e donne sono invitati anche a scrivere le loro opinioni, siano queste favorevoli o meno, e possono raccontare le loro esperienze con il terrorismo di genere, che saranno così pubblicate e rese note su questa piattaforma, in forma anonima o meno.