Blog

Lo stupro di Rimini e il Comune strabico — Stalker sarai tu

E’ notizia di queste ore: una turista tedesca di 19 anni accusa due giovani, allievi della scuola di Polizia, di averla stuprata in un albergo di Rimini. Una vicenda che ricorda da vicino quella delle due americane che a Firenze, un anno fa, hanno accusato due carabinieri di averle violentate. La giustizia, in entrambi i […]

via Lo stupro di Rimini e il Comune strabico — Stalker sarai tu

Iniziamo a farci sentire affinché assieme allo stupro vengano condannate anche le false accuse dello stesso. Qua stiamo mandando avanti una battaglia per un’adeguata visione della giustizia, che non può essere unilaterale. Se una ragazza lascia entrare nella propria camera uno o più uomini o ci si isola, sa esattamente come può andare a finire, soprattutto se c’è alcol in ballo. È disgustoso che un giovane ragazzo venga espulso dal college in America in seguito ad una sbronza, e che questi giovani allievi rischino lo stesso. Come si fa a persistere ad accettare accuse quando la realtà dell’abuso sugli uomini sta venendo fuori? La realtà non va vista con un occhio unilaterale, e noi amanti della virilità dobbiamo unirci nello stesso fronte a denunciare gli abusi su questi poveri uomini. Grazie a Davide Stasi per i lunghi e preparati articoli che scrive, su questi casi dei Carabinieri faccio appello a chi volesse recitare con me la dinamica e ai Ministeri di Interno, Difesa, Istruzione e Affari Esteri per avere carta bianca sulla difesa dei propri lavoratori e magari collaborare con loro. Sapete che avrei potuto denunciare anche io la violazione del codice di polizia per essere stata contattata da un gendarme di Saint Tropez in seguito alla mia denuncia di un furto? Ovviamente io mi sono limitata a non rispondere e festa finita, non sono una terrorista di genere e flirtare non è un reato; del resto se il dottore delle urgenze o il ginecologo avessero fatto altrettanto a inizio agosto forse avrei risposto (a presto con un video sui  disagi Venusians estivi)… Perfino una professione non può castrare l’effimero della situazione ma dobbiamo mettere per iscritto che chi ha la pistola o lo speculum non è automaticamente colpevole.

Dal fronte The Venusians la battaglia si prepara a colpi di fuoco nel politicamente scorretto più puro, e con questa sentenza vi anticipo la prossima diffusione del manifesto della fondatrice e il rilascio di un trailer per il canale YouTube piuttosto conciso ed evocativo, assai pornopolitico! (Iscrivetevi al canale ed attivate le notifiche per assistere a nuove dance cliccando qui e poi l’apposito bottone, mi raccomando non scordatevene!)  A partire da settembre si attacca, restate connessi per gli spoilers.  E ad Asia Argento da buon essere umano intanto lancio un appello perché presto parlerò di terrorismo sessuale e sessualità sana versus malata, e le prometto che se si esprime spiegando le ragioni dei suoi comportamenti sarà la benvenuta perché offre un perfetto caso clinico–e magari le offrirò una percentuale visto che è di nuovo disoccupata e passibile di richiesta di risarcimento milionaria da parte di Harvey Weinstein (qua la goduria si preannuncia ancora più spontanea che in Sex for Breakfast). Nella prossima sezione premium darò spazio a chiunque di esprimersi in video come meglio crede (ci siamo capiti?). Ovviamente a lanciare le sfide c’è Alessandra Cantini. Buonanotte!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s